Quale percentuale di risparmi bisogna investire in oro?

Se avete banconote in banca oppure in cassaforte, fate ancora in tempo a tirarli fuori per effettuare un investimento in oro o in argento.  Consigliamo ai nostri visitatori di investire l’80% dei loro risparmi in oro e in argento, di cui la metà in oro e l’altra in argento. L’argento è molto più volatile dell’oro, ma esso presenta un potenziale di crescita molto più incisivo dell’oro.  In effetti, la media storica del corso ratio dell’oro / corso ratio dell’argento è di 1/15, questo vuol dire che era necessaria almeno un’oncia d’oro per acquistare 15 once d’argento, oggi invece con un’oncia d’oro è possibile acquistare 54 monete d’argento, benché la produzione dell’argento non sia aumentata rispetto alla produzione d’oro. Se non temete la volatilità dell’oro, vi consigliamo di investire un pò più in argento che in oro, diciamo il 60% in argento e il 40% in oro.

Un investimento in oro è un investimento di lungo termine, non bisogna decidere però di rivendere l’oro nel giro di pochi mesi al fine di aumentare il valore.

Vendere beni immobili per investire in oro?

Si, se avete dei beni immobili è tempo di separarsene (tranne le dimore principali) per acquistare dell’oro, ma perchè? Perchè il periodo in cui la gente aveva facilmente accesso al credito è inesorabilmente finito, la gente non può più prestare per comprare, la domanda cala così come il prezzo del mercato immobiliare calerà.

Il costo del mercato immobiliare a Parigi  è all’incirca l’80% superiore alla media storica. Parigi potrebbe essere l’unica fra tutte le città a non subire tale calo dei prezzi, ma in generale ci sarà un ribasso, anzi, è già cominciato. Le politiche inflazionistiche dei governi non possono fare nulla per rimediare a ciò.

 

Investire in oro

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *