È meglio comprare lingotti o monete d’oro?

Non basta decidere di investire in oro fisico. Serve anche sapere quale supporto si deve utilizzare. Effettivamente tra monete e lingotti, gli investitori possono esitare.

Prima c’erano poche alternative tra il Napoleone di 5.8 grammi ed il classico lingotto d’oro di 1 chilo. I partigiani delle monete d’oro dicevano allora che i lingotti presentavano tanti inconvenienti, ad esempio il  suo peso. Inoltre per poter acquistare un lingotto serviva una somma importante: 31 400 euro (secondo il prezzo spot dello scorso 25 giugno). Il problema era potenzialmente identico per la rivendita dato che è non è possibile dividere un lingotto.

Ma ora è tutto diverso, con la possibilità di acquistare lingottini da 50 grammi fino a 500 grammi, il che permette di allargare l’offerta agli investitori. Il prezzo è più conveniente e offre i numerosi vantaggi richiesti dagli investitori che vogliono proteggere il loro patrimonio con un attivo tangibile. Insieme alla loro liquidità, i lingottini sono più facili da stoccare e da trasportare.

Comprare un lingotto costa meno che una moneta dato che non c’è nessun premio, cioè un surplus legato alla domanda (contrariamente ai lingotti il cui premio resta nulla nel tempo). Ciònonostante, vendere e acquistare delle monete d’oro richiede alcune competenze ed esperienza del mercato.

Le regole fiscali sono identiche sia per le monete sia per i lingotti. Raccomandiamo le monete per investimenti piccolissimi. Invece se volete investire delle somme più importanti a lungo termine, meglio acquistare dei lingotti. Oppure potete frazionare i vostri investimenti acquistando monete e lingotti secondo i vostri bisogni e le vostre intenzioni. La cosa importante è quella di diversificare un pò gli investimenti per poter anticipare ogni situazione.

 

 

This entry was posted in News. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *