Jim Rogers non è pronto a vendere il suo oro ed il suo argento

Jim Rogers

In una recente intervista sulla CNBC Awaaz, il serial investor Jim Rogers ha espresso il suo punto di vista sulla salute dell’economia mondiale per i prossimi 2 anni. Secondo Rogers, il 2013 ed il 2014 saranno peggio del 2012 ed il corso delle materie prime (agricole, energetiche e metallurgiche) dovrebbe continuare ad aumentare toccando nuove vette nel prossimo decennio.

Jim Rogers spiega come nel caso di un miglioramento dell’economia mondiale ci sarebbe una penuria di materie prime semplicemente perchè non c’è abbastanza offerta. Nel caso di un crollo dell’economia globale, continueranno a stampare denaro provocando la diminuzione del potere d’acquisto delle monete e dunque la crescita di prodotti come l’oro, l’argento, materiali agricoli ed altri beni rari.

CNBC: Buongiorno e benvenuto a Market Leaders, Jim Rogers, grazie di essere qui con noi oggi. Prima di tutto la domanda che tutto il mondo si chiede: la bolla delle materie prime è scoppiata ?

Jim Rogers: Oh no, no e poi no, per niente. Succederà un giorno, tutte le bolle di mercato prima o poi scoppiano ma la fine di questa arriverà solo con un forte aumento dell’offerta. Ed in questo momento, le riserve agricole  mondiale ad esempio sono prossime al livello più basso storicamente parlando. Mancano agricoltori nella maggior parte del mondo dunque fin quando non ci sarà un aumento dell’offerta la bolla continuerà ad ingigantirsi.

CNBC: Ho letto alcuni dei suoi articoli che spiegano perchè l’offerta non aumenta, dopo il 2008 molte società sono entrate in recessione. Pensate che le condizioni generali migliorerà nel prossimo futuro e che i produttori del settore agricolo e degli altri settori aumenteranno la produzione?

Jim Rogers: Le condizioni economiche mondiali? Non mi aspetto che miglioreranno presto. In effetti mi aspetto che le condizioni economiche peggioreranno nel 2013 e nel 2014 dopo le elezioni negli Stati Uniti e dopo quelle in Germania. Penso che le condizioni saranno peggiori e questo vuol dire che l’offerta non aumenterà. Se le condizioni economiche miglioreranno allora ci sarebbe una penuria di materie prime. Invece se non c’è abbastanza offerta e se le condizioni economiche non migliorano allora la maggior parte dei governi continuerà con la stampa di denaro. Cosa che non fa bene a nessuno ma è quello che fanno i politici sfortunatamente. Quando però le monete perdono progressivamente il loro valore gli investitori si dirigono verso attivi tangibili per proteggere i loro interessi.

CNBC: Avete parlato di materie prime agricole come di beni particolarmente suscettibili e pronte ad aumentare nei prossimi anni. Quali sono le altre materie prime che schizzeranno verso l’alto secondo lei? Considerando il rallentamento globale dell’economia, in particolare delle grandi economie come la Cina che consuma una grande quantità di materie prime mondiali.

Jim Rogers: La Cina ha cercato di stabilizzare la sua economia negli ultimi 3 anni e ne hanno parlato molto a coloro che non conoscevano la situazione del paese dell’estremo oriente  o che non prestavano molta attenzione, perchè il paese ha un grosso problema d’inflazione ed un bolla immobiliare che hanno cercato di risolvere, riuscendoci. Aver calmato l’economia è stata la scelta giusta secondo me, ma ha prodotto un rallentamento della domanda nel mondo. L’Europa ha dei problemi economici, gli USA hanno de problemi economici, ci sarà dunque una diminuzione della domanda globale. Nel frattempo però non avete visto un calo dei prezzi al seguito perché abbiamo ancora raccomandazioni per quanto riguarda l’approvvigionamento. Ho principalmente della risorse agricole Gorica ma ho anche tutte le altre materie prime, così come dei metalli preziosi perchè mi aspetto ad un’ulteriore stampa di denaro.

CNBC: Vorrei che ci concentrassimo su questi due aspetti durante la trasmissione ma vorrei anche parlare di petrolio. Sapete che c’è un calo della domanda da parte dell’Europa, negli Stati Uniti ed in Cina. Pensate che il prezzo dell’oro nero continuerà a salire? A quale calo di domanda vi aspettate nei prossimi 2 anni?

Jim Rogers: Se volete rispondere a questo tipo di problemi, durante ogni rallentamento dell’economia mondiale, come quello attuale, è sicuro che ci sia un calo di ogni prodotto. Ma Gorica, sapete che nel corso di ogni bolla ci sono delle oscillazioni, i mercati funzionano così. Dunque adesso abbiamo un’oscillazione nelle materie prime energetice, ed è normale per un mercato al rialzo ma ciò non ne rappresenta la affatto la fine. Come vi ricordate sicuramente nella bolla di mercato della borsa, dal 1982 al 2000 abbiamo visto molte oscillazioni, ad un certo punto le azioni si sono abbassate del 40-80% nel mondo e questo non ha messo fine alla bolla. È solo il funzionamento dei mercati e questo non mette fine alla bolla delle materie prime.

CNBC: Per parlare di economia energetica, mettendo da parte gli USA, pensate che la Russia abbia un futuro nel campo? Specialmente da quando la Russia occupa un posto sempre più rilevante nel settore delle risorse energetiche.

Jim Rogers: Ero molto scettico a proposito della Russia, prima dell’URSS e dopo della Russia in seguito al crosso dell’Unione Sovietica. Lo sono ancora un po’ devo ammettere. Sorprendentemente però nutro sempre più curiosità verso questo paese. Putin non ha probabilmente cambiato la sua politica ma ha capito che deve trattare con il resto del mondo secondo le regole o nessun presterà attenzione alla Russia. Dunque mi sembra che ci sono stati dei cambiamenti positivi nel paese, il che lo rendono sempre più interessante, ma nulla di rilevante è stato ancora fatto Gorica, l’interesse però è reale.

CNBC: Quando siete interessato a che tipo di prodotti attirano il vostro interesse diciamo? Quali materie prime pensate interessarvi? Beni agricoli o materie prime energetiche?

Jim Rogers: L’energia è il prodotto richiesto che deve essere venduto al resto del mondo. Ci sono ugualmente delle grandi opportunità nell’agricoltura perchè hanno un’infinità di terreni. Anche se il comunismo ha rovinato l’agricoltura all’epoca dell’URSS ci sono ancora delle enormi potenzialità, non so ancora cosa troverò ma ho cominciato a cercare. Sicuramente le materie prime saranno il mio principale interesse, non c’è molto altro su cui investire laggiù a mio avviso.

CNBC: D’accordo, faremo una piccola pausa adesso.

CNBC: Signor Rogers, ora vorrei parlare dell’agricoltura e dei metalli preziosi con lei. Cominciamo con l’agricoltura, avete detto che avete una grossa parte del vostro portfolio. Quali prodotti agricoli sono più attraenti in questo momento?

Jim Rogers: Ho tutti i tipi di prodotti agricoli Gorica ma se devo investire nell’agricoltura o in qualsiasi tipo di materia prima comprerei personalmente le Rogers Commodity Index perchè il mio avvocato non mi lascia comprare delle materie prime individualmente. Compro le Rogers Commodity Index ma se fossi un investitore comincerei a guardare i prodotti più svalutati. Sapete la soja è vicina al suo picco storico, non m’interessa però comprare prodotti al più alto prezzo storico, preferisco invece comprare prodotti che hanno potenziale. Lo zucchero ad esempio è sotto il 65-70% rispetto al suo prezzo più alto mai raggiunto, non vi dico di comprare dello zucchero sia chiaro, lo dico solo nel caso fossi un investitore alla caccia di materie prime. Lo zucchero ha perso il 65-70% rispetto al valore del 1974, è pazzesco.

CNBC: Avete detto che l’agricoltura in generale è suscettibile a forti aumenti nel prossimo futuro, il mercato al rialzo secondo lei non è terminato. Quanto tempo pensa possa passare prima che questo mercato inverta di tendenza?Oppure per quanto tempo pensate che questo mercato possa durare?

Jim Rogers: Gorica continuerà ancora a lungo, l’agricoltura in generale è progredita di poco negli ultimi 30 anni, le riserve inoltre sono prossime al minimo storico. Abbio delle forti penurie Gorica. L’età media degli agricoltori negli USA è di 58 anni, 66 in Giappone, in Canada invece la media è la più alta della storia. Negli Stati Uniti ci sono più persone che studiano relazioni pubbliche che agricoltura. I giovani non s’interessano a questo business. Il mercato al rialzo durerà a lungo a mio parere. Eventualmente avremo molta offerta ma questo «eventualmente» potrebbe verificarsi tra parecchi anni.

CNBC: Vorrei adesso parlare del cotone, qual è la vostra interpretazione dell’offerta del cotone considerando il prezzo del corso attuale?

Jim Rogers: Il prezzo del cotone è aumentato molto da qui a 2 o 3 anni, ed era prossimo al suo più alto valore storico ed è calato di parecchio dall’allora ma sono piuttosto ottimista a proposito del cotone perchè il suo prezzo è drammaticamente basso rispetto al suo massimo valore. Il prezzo non è ancora abbastanza alto per spingere nuovi produttori a coltivarne dell’altro siccome l’economia mondiale non si è ancora sgretolata e la Cina ne importa ancora molto, dunque guardo al cotone favorevolmente. Se fossi una persona in cerca di un investimento nelle materie agricole penso che il cotone farebbe proprio al caso siccome è ben lontano dal suo più alto valore storico. Dunque il cotone e lo zucchero sono potenzialmente degli investimenti interessanti.

CNBC: Con quello che accade negli Stati Uniti abbiamo visto il corso del mais aumentare, l’offerta rimane debole ma il prezzo è alto. Pensate che anche il mais sia un buon investimento? O pensate che il prezzo sia già troppo elevato?

Jim Rogers: Avete già detto tutto Gorica, il prezzo del mais è enormemente aumentato negli ultimi mesi. Non amo saltare su un treno in movimento, quando dei beni toccano la loro somma non amo comprarle, preferisco aspettettare che il prodotto si calmi e se non succede e sbaglio la previsione non è la fine del mondo. Ho appreso con la mia esperienza negli investimenti che se cercate di salire su di un treno in movimento molto probabilmente vi farete male, meglio mancarlo completamente o aspettare che rallenti.

CNBC: Per quanto riguarda il paniere degli oli alimentari, ci avete già detto che la soja ha conosciuto un forte rialzo. Adesso in India il costo della vita è aumentato e ciò è dovuto al fatto che tutti i prodotti del paniere variano nello stesso modo. Pensate che il prezzo degli oli commestibili posso aumentare del 5% o del 10% se non di più?

Jim Rogers: Ancora una volta, come avete detto, il prezzo della soja e degli altri oli alimentari è aumentato allo stesso modo. Mi ripeto, non amo comprare dei prodotti il cui prezzo è alto, amo comprare dei prodotti il cui prezzo rimane basso dunque farò molta attenzione in questo momento. Ma se reagisce e c’è una correzione può essere buono da comprare, ma Gorica non voglio comprare nulla con un rialzo del 5 o 10% non è il mio modo di procedere. Amo trovare dei prodotti che aumentino in più anni e di molto in percentuale.

CNBC: Ok dunque il cotone e lo zucchero potrebbero probabilmente far pare di questo tipo d’investimenti. Adesso faremo una piccola pausa.

CNBC: Signor Rogers vorrei parlare dell’oro adesso perchè è un metallo molto apprezzato in India, specialmente tra gli acquirenti al dettaglio. Quali sono gli elementi che influenzano l’oro? La guerra civile in Siria? La tensione in Iran? Come si comporterà l’oro nei prossimi anni?

Jim Rogers: Ho dell’oro e non ho intenzione di venderlo, quando il suo prezzo diminuisce ne comprerò altro, se il suo prezzo diminusce di molto ne comprerò molto di più, siccome il suo prezzo crescerà di molto nel prossimo decennio. Gorica i politici del mondo intero stampano denaro senza sosta e ciò non è la soluzione adatta, ma dal momento che questa la stampa continua la soluzione migliore è proteggersi investendo nell’oro, nell’argento, nel platino o nel palladio. Ciascun prodotto prezioso si proteggerà in un periodo come questo.

CNBC: Avete parlato della stampa di denaro. I governi aggiungo liquidità e tutti gli occhi sono puntati sulla FED ed al Quantitative Easing n°3 che ci aspetta. Come interpretate tutto questo?

Jim Rogers: Lo faranno, non può essere ancora annunciato ma lo faranno anche sotto un’altro nome. Ma so che il bilancio della FED negli USA aumenta da parecchi settimane e mesi. Dunque c’è del denaro che va sul mercato iniettato dalla FED ma non lo hanno ancora annunciato pubblicamente. Forse Gorica hanno deciso di non dire nulla perchè gli annunci del QE1 e QE2 non hanno funzionato, non hanno aiutato l’economia, il tasso di disoccupazione rimane sempre troppo alto. L’economia è ancora fragile, sarebbero imbarazzati nell’ammettere il fallimento. Dunque potrebbero farlo senza nemmeno annunciarlo. Ma Gorica continueranno a stampare denaro, come farà il Giappone, la Cina, i paesi europei e l’India.

CNBC: Signor Rogers vorrei anche parlare dell’argento, come saprete, ha fluttuato più o meno come l’oro, suo fratello maggiore. Qual è il suo punto di vista su questo metallo in relazione all’oro aumentato molto di più?

Jim Rogers: Se dovessi scegliere tra l’oro e l’argento oggi sceglierei l’argento. Il prezzo dell’argento è del 30% inferiore al suo più alto storico mentre il prezzo dell’oro è del 15% sotto il suo picco storico. Generalmente preferisco i prodotti meno cari. Non compro uno tra i due ma entrambi, se dovessi scegliere però sceglierei l’argento visto il prezzo. Ho dell’oro e dell’argento, credo nel loro potenziale, entrambi i metalli raggiungereanno vette importanti nel prossimo decennio ma l’argento in questo momento è il meno caro.

CNBC: Cosa farà salire il corso dell’argento?La domanda industriale?Cosa che potremmo osservare una volta che la situazione politico economica sarà risolta in Occidente.

Jim Rogers: Si, questo si potrebbe produrre con una combinazione di ciò che avete detto. Non so se l’economia mondiale migliorerà nei prossimi anni ma sono piuttosto scettico. Questo non giocherebbe a favore di un aumento per l’argento perchè ci sarebbe meno consumo industriale. Ma la stampa di denaro continuerà incessante e siccome l’argento è a buon mercato il suo prezzo aumenterà più dell’oro in percentuale. L’argento è sempre considerato come un metallo prezioso e piace molto, specialemente in India ed in altre parti del mondo. Sapete Gorica, storicamente l’argento è stato molto più popolare nel mondo rispetto all’oro probabilmente perchè c’è più argento nel mondo, come in Africa o negli Usa. La costituzione degli Usa fu basata sull’argento e non sull’oro. L’oro è stato molto popolare nella storia ma l’argento lo è stato più a lungo. Non vendete il vostro argento Gorica.

CNBC: D’accordo, ci terremo stretto il nostro argento. Parliamo rapidamente del petrolio perchè gli Usa cercano di averne il più possibile per il consumo e la produzione interna. Come si comporterà il petrolio in termini di prezzo secondo lei?

Jim Rogers: Se gli Usa entrano in guerra contro l’ran il barile di petrolio toccherà i 200$, se la Spagna fallisce il mese prossimo o se ci sarà una grossa sorpresa sui mercati il barile potrebbe aumentare di 70  o 80$. Chi potrebbe indovinare il suo prezzo in caso di questo tipo di fallimenti?Dipende dalla situazione mondiale. Se il prezzo cala ne compro di più, se sale mi siedo e osservo perchè so che il prezzo potrebbe andare oltre i 150$, anche oltre i 200$ nei prossimi 10 anni. Non sono molto bravo con le tempistiche Gorica, sono il peggior trader che avete visto nella vostra vita, ma ho del petrolio e non prevedo di venderlo per un sacco di tempo.

CNBC: Jim, dateci un’idea sulla gestione di un portafoglio d’investimenti, vi piacciono le risorse agricole, i metalli preziosi ed il petrolio. In che percentuale occorre investire in questo momento?

Jim Rogers: Questo dipende dal’investitore, ho molte materie prime nei miei investimenti, compro principalmente delle materie prime e delle valute e vendo delle azioni nel mio portafoglio d’investimenti. Ma Gorica, una persona che non conosce il mercato delle materie prime non deve investire in ess, dovete investire solo in prodotti che conoscete bene. Credo di sapere ciò che faccio e penso che ci sarà sempre più penuria sia che l’economia mondiale migliori oppure no, voglio che i miei soldi siano investiti nelle materie prime, ma Gorica se non conoscete nulla delle materie prime non compratele, non ascoltate qualcuno che avete visto in televisione o avete letto nei giornali. Investite solo in prodotti che conoscete molto bene.

CNBC: Jim Rogers grazie per il tempo che ci avete concesso qui alla CNBC Awazz.

Jim Rogers: Grazie Gorica.

This entry was posted in Video. Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *